EXPO DUBAI 2020: Opportunità per le imprese italiane

Dubai si e’ aggiudicata l’Expo 2020. 
All’Expo 2020 sono attesi 25 mln di visitatori, il 71% dei quali da Paesi diversi da quello ospitante: quindi gli EAU dovranno essere pronti ad accogliere oltre 17 mln di turisti. Ingenti, quindi, i fondi che dovranno essere investiti nei prossimi anni nel comparto delle infrastrutture e dei trasporti, nel settore ospitalità e immobiliare e nel campo della produzione e distribuzione di energia.

Ambiti in cui si aprono grandi possibilità di business per le imprese italiane.

Tra gli interventi più significativi spiccano i lavori per le infrastrutture aeroportuali, per le linee metropolitane , una rete ferroviaria destinata a servire tutto il Paese e, a seguire, opere ferroviarie congiunte dei sei Paesi GCC, ampliamento della rete viaria esistente a Dubai. 

Una parte importante degli investimenti nel settore delle costruzioni è rappresentato dalla realizzazione del Sito che ospiterà l’Expo, un complesso enorme che includerà 700mila mq di padiglioni e spazi espositivi e 500mila mq di strutture permanenti. I 17 milioni di turisti attesi nei sei mesi dell’Expo stanno spingendo il Paese a puntare sullo sviluppo delle infrastrutture turistiche.

Opportunità per il settore immobiliare; circa 45mila nuove unità abitative dovrebbero essere immesse sul mercato solo entro il 2015. Al settore energetico, in tutta l’area MENA, verranno dedicati oltre 200 mld di USD entro il 2020. Gli EAU sono fra i Paesi che con più determinazione stanno promuovendo il solare. Infine, entro il 2025, dovrà essere ultimato ad Abu Dhabi l’ambizioso ed avveniristico progetto di Masdar City, che si propone di essere la prima città a zero emissioni di carbonio al mondo.

CONSULTATE IL DOCUMENTO ALLEGATO (fonte MEED insight) dove sono illustrati, con molti particolari, i progetti e gli ambiti di intervento fin qui elencati, in vista di Dubai 2020, e una tabella riassuntiva dei 30 progetti più importanti del 2014.

IN PIU': NUOVE OPPORTUNITA' DAL SETTORE HEALTHCARE ! 

Il settore dell’healthcare sta attraversando una fase di enorme sviluppo in tutta l’area MENA (Middle East e Nord Africa): gli esperti prevedono che la domanda di prodotti e servizi sanitari crescerà del 240% nei prossimi 10 anni.
Nell’area GCC, secondo i dati presentati di recente dal Chairman dell’Arab Business Club (ABC) Hamdan Al Murshidi, dal 2010 ad oggi il comparto è cresciuto ad un tasso annuale dell’11%.

Si calcola che negli EAU, entro i prossimi 5 anni, vi sarà la necessità di oltre 90 mila posti letto.
Immenso il potenziale di sviluppo per tutto ciò che riguarderà l'approvvigionamento medico nella regione, in particolare nel trasferimento di know-how, nella formazione, nella costruzione di ospedali e cliniche, nella fornitura farmaceutica e di apparecchiature medicali. 

L'ambiziosa politica condotta dagli Emirati Arabi Uniti, che puntano ad azzerare l’emigrazione sanitaria dei pazienti nazionali e a diventare un punto di riferimento per quelli internazionali, che pretendono alti standard di assistenza e un conveniente rapporto qualità-prezzo. Una ampia e crescente richiesta di servizi e prodotti sanitari, determinata dalla significativa crescita demografica della popolazione residente (+65% dal 2008), l'elevata aspettativa di vita (78 anni), l’aumento di malattie connesse ad uno stile di vita sedentario (come obesità e diabete), oltre all’alto reddito pro-capite e ad una diffusa propensione a ricorrere all’iper-consumo di prodotti e servizi medici anche costosi, l'entrata in vigore, a Dubai, della recente legge che prevede che i datori di lavoro garantiscano un’assicurazione sanitaria obbligatoria ai loro dipendenti, tutto ciò è destinato a incrementare la richiesta di servizi sanitari.
A contribuire ulteriormente allo sviluppo del settore sarà poi l’Expo 2020: con milioni di turisti in arrivo e il previsto aumento della popolazione residente.

CONSULTATE IL DOCUMENTO IN ALLEGATO PER OTTENERE TUTTI I PARTICOLARI E NON ESITATE A METTETERVI IN CONTATTO CON IL NOSTRO UFFICIO DI DUBAI

Per ogni informazione aggiuntiva e approfondimenti:
ICE Agenzia – Ufficio di Dubai
Direttore: Ferdinando Fiore
E-mail: dubai@ice.it

Fonte: NewsLetter Ice Aprile 2014

Nessun commento:

Posta un commento